Importi fasce di reddito riferite al reddito percepito nell’anno 2020 e dichiarato nella certificazione ISEE 2022, ai fini dell’applicazione del canone per l’anno 2022

La Legge Regione Liguria 21/06/1996 n. 27 stabilisce i criteri per il calcolo del canone considerando il reddito complessivo del nucleo familiare determinato ai sensi della Legge Regione Liguria 10/2004 e della D.G.R. n. 613 del 25/07/2018 (situazione economica accertata nella certificazione ISEE).

Di seguito sono riportate le nuove fasce, relative al reddito percepito nell’anno 2020, ai fini dell’aggiornamento del canone per l’anno 2022, definite secondo la suindicata normativa:

 

           FASCE DI REDDITO  LIMITI DI REDDITO PER LE FASCE AI FINI APPLICAZIONE CANONE 2022
 50     NUOVA PRIMA FASCIA PENSIONE  15% PE   11.622,26 €
 51     NUOVA SECONDA FASCIA PENSIONE  52% PE 11.622,26 € 13.391,82 €
 52     NUOVA PRIMA FASCIA REGIONALE  52% RE 0,00 € 11.358,52 €
 53   NUOVA SECONDA FASCIA REGIONALE  71% RE 11.358,52 € 16.424,25 €
 54     NUOVA TERZA FASCIA REGIONALE  90% RE 16.424,25 € 20.374,04 €
 55     NUOVA QUARTA FASCIA REGIONALE  100% RE 20.374,04 € 26.406,55 €
 56    NUOVA PRIMA FASCIANAZIONALE  100% NA 26.406,55 € 33.763,25 €
 57  NUOVA SECONDA FASCIA NAZIONALE  110% NA 33.763,25 €  
   

Si precisa che per le prime due fasce (15%PE e 52%PE) il limite di reddito da considerarsi è l’imponibile:  la fascia 15%PE deriva  dalla somma di una pensione minima e di una pensione sociale (€. 6.695,91+4.926,35) percepite nel 2020, la fascia  52%PE deriva dalla somma di due pensioni minime percepite sempre nel 2020 ( € 6.695,91×2).

Per le fasce comprese tra il 52%RE e il 110%NA come limite di reddito è da considerarsi l’imponibile tolta la detrazione di €. 516,46 per ogni componente familiare oltre i 2 e la riduzione del 40% se trattasi di lavoro dipendente o da pensione.

Al canone di locazione viene aggiunto  l’aumento previsto dall’art. 14 della Legge Regione Liguria 21/06/96 n. 27, secondo la seguente tabella:

fino a €.  13.338,26 18,07
Tra €. 13.338,26 e €. 18.694,01 20,66
Tra €. 18.694,01 e 37.388,02 28,41
Oltre €. 37.388,02 77,47

Si provvede inoltre all’aggiornamento ISTAT pari al 75% dell’incremento del costo della vita verificatosi nel periodo giugno 2020 – giugno 2021, pari allo 1,05 %.

 

 

Si ricorda :

  • E’ addebitato il canone convenzionale massimo previsto per l’ERP – così come previsto dalla L.R. n. 10.2004, art.13 c.1 bis –agli assegnatari che non abbiano provveduto, a sottoscrivere l’attestazione ISEE 2022 nei termini assegnati o che presentino una dichiarazione  ISEE  sulla quale siano segnalate omissioni o difformità da parte dell’Agenzia delle Entrate e dell’INPS.
  • Ai nuclei assegnatari che presentano un indicatore ISEE superiore al limite per la permanenza nel rapporto di assegnazione -pari ad Euro 34.895,00 per l’anno 2022- è addebitato per tutto l’anno 2022 il canone massimo previsto per l’edilizia residenziale pubblica maggiorato del 50%, in conformità all’art. 16, c. 2, lett. e) della L.R. n. 10/2004 e s.m.i..
  • Si precisa che l’ aggiornamento del canone ha decorrenza da gennaio 2022, pertanto l’Azienda procederà al calcolo degli eventuali conguagli con ripartizione rateale degli importi in addebito/accredito sulle bollette mensili successive all’imputazione del nuovo canone .

L’UFFICIO GESTIONE ALLOGGI